Xi and 5G: The story of the evolution of the Chinese dragon.

The story of the evolution of the Chinese dragon and its singular President Xi Jinping and how small pieces of 5G, Make in China, East Turkistan and Tibet fit together in a beautiful brocade woven by the master. On Insideover.com

Xi and 5G

Release Barghouti now: Defeat Hamas and Abbas at the polls

From 2006-2021, Abu Mazen (Mahmoud Abbas) has clung to power while the lives of the Palestinian people have gone from bad to worse. The Arab world has now started moving on without Palestine. As time passes this becomes a problem of the Palestinians and the Israelis.
Marwan Barghouti

The Mahmoud Abbas faction is now on the back foot, inventing excuses to potentially delay or cancel the first elections of the Palestinian authority in 15 years. Fatah suffered severe blows recently, with its attempts to disqualify candidates on the electoral lists of rivals Hamas, Marwan Barghouti and Nasser Kidwa as well as Mohamed Dahlan. Now the Palestinian Authority, knowing fairly well that Israel will object to their activity in East Jerusalem, has started the slogan of no elections unless East Jerusalem is allowed to vote. Palestinian civil society, alarmed at this new development, has warned of the importance of finally holding the elections as scheduled.

Continue Reading

Porto Interporto Feb 2021: Oceano Indiano, il nuovo Mare Nostrum allargato

co-written with the legendary Prof. Arduino Paniccia, this article focuses on the importance of India’s role in the Indian Ocean, The Indian Ocean Rim Association (IORA) and the importance of Italy allying with India for a new enlarged Indo-Mediterranean to keep Turkish designs under check.

Oceano Indiano, il nuovo Mare Nostrum allargato http://portoeinterporto.blogspot.com/2021/02/febbraio-2021-pag-42-oceano-indiano-il.html

Il lato nascosto di terrorismo

A tribute to Daniel Pearl, whose 19th death anniversary on 1st of Feb 2021 was marred by the liberation of his killers by the Pakistani courts.

Insideover.com https://it.insideover.com/terrorismo/il-lato-nascosto-del-terrorismo.html

In requiem: Daniel Pearl

Gli avvenimenti del 1° Febbraio 2021 sono passati totalmente inosservati in un mondo ancora messo in ginocchio dal COVID-19. Questa data rappresentava il 19°ismo anniversario dell’assassinio di Daniel Pearl, giovane giornalista americano, brutalmente decapitato dai suoi rapitori a Karachi, in Pakistan, in nome della jihad islamica. Quasi quarantenne, Pearl era il capo della South Asia Bureau del Wall Street Journal e si trovava in Pakistan per seguire la guerra contro il terrore di George W. Bush, diventata oggi la più lunga guerra degli Americani in un paese che ha il soprannome di “la tomba degli imperi”, l’Afghanistan.

Continue Reading

Insideover: Cosa sta succedendo in Myanmar

Insideover.com 8 Febbraio 2021 Analisi golpe myanmar

Dopo 49 anni di regime militare, l’esperienza democratica in Myanmar, meglio conosciuta come Birmania, ha subito una forte scossa il 1 febbraio con un golpe di Stato delle forze armate, il temuto “Tatmadaw“. Il capo delle forze armate, il generale Min Aung Hlaing, ha assunto pieni poteri arrestando tutti i leader politici più importanti, incluso il consigliere di Stato Aung San Suu Kyi ed il suo alleato, l’attuale presidente Win Myint, insieme ad altri leader democratici. I birmani, che si stanno ancora curando le ferite procurate da mezzo secolo di dittatura militare, non si sono lasciati intimidire ed hanno protestato nella loro capitale, Nay pyi taw e ex-capitale Yangon.

Continue Reading

Porto Interporto

GENNAIO 2021 – PAG. 10 – Cina e India, le nuove frontiere

I nuovi assetti geopolitici in Asia si articoleranno attorno al ruolo che i due Paesi giocheranno a livello globale. Tra modelli di globalizzazione alternativi e trasformazione dei modi di produzione dell’economia-mondo. I possibili scenari analizzati dal webinar “Collaborazione Italia India snodo per una nuova strategia globale europea” di ASCE, in collaborazione con l’Associazione Sakshi e il Centro Studi su Asia Meridionale e Sud Est Asiatico dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”

Continue Reading

India @ UN security council

Il biennio Indiano a Consiglio di sicurezza

An #analysis in #italian on #india ‘s 8th #UNSC mandate. Published on formiche.net #formiche published on the 24th Jan 2021.

Con il 1 gennaio 2021, inizia il mandato biennale dell’India al consiglio di sicurezza ONU. Per l’India, che da tempo mira ad una posizione permanente all’interno del consiglio, questo è il suo ottavo mandato.  Oggi il popolo indiano rappresenta un sesto della popolazione mondiale. E la democrazia più popolosa al mondo ed entro il 2025 supererà la Cina come il paese con un maggiore numero di abitanti. Dopo la pandemia, è la sesta economia ed rappresenta l’unico potere democratico laico in Sud Asia che resiste al dominio Cinese. Dovrebbe già meritare il posto permanente nel consiglio di sicurezza ONU ma in realtà, non è ancora così.

Il mandato Indiano inizia in un mondo colpito dalla pandemia con tante crisi aperte che minacciano la sicurezza di quasi un miliardo di abitanti di questa terra. I conflitti in Libia, in Siria e in Yemen e le instabilità nel corno di Africa, le tensioni nel Medio Oriente tra Iran e Israele. Tuttavia, dopo la pandemia, il problema più grave che affronta la comunità globale è l’aggressività economica e militare cinese.

Dal Movimento dei paesi non-allineati  (NAM) a Vasudhaiva Kutumbakam

L’elefante indiano ha ricoperto un ruolo nell’indottrinamento internazionale di non allineamento e non interferenza. Nel 1955 l’India ha fondato il Movimento dei paesi non-allineati (NAM) con l’Indonesia e la Jugoslavia. Nel suo discorso inaugurale del mandato ONU, il Presidente del Consiglio Indiano Narendra Modi ha dichiarato che la strategia Indiana per il suo biennio seguirà I principi di rispetto, dialogo, cooperazione, pace e prosperità. Il Premier ha iniziato il mandato con la dichiarazione: “il mondo è un’unica famiglia”, citando il saggio antico di Mahā Upanishad Vasudhaiva Kuṭumbakam che si trova inciso all’ingresso del parlamento Indiano. Questa dichiarazione di alti ideali non sembra niente altro che una continuazione di uno storico progetto dove l’India cerca di raccogliere consensi e non passa mai ai fatti.

Continue Reading